fbpx

Madagascar, la realtà dietro il sogno

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter

Madagascar è un grande isola, noto per il suo biodiversità, suoi belle spiaggesuo cultura, nonché la ricchezza della fauna e della flora marina. Molto popolare tra i fan di turismo balneare, dietnografico e ancheecoturismo, Il Madagascar ha innumerevoli tesori per incantare qualsiasi visitatore. Sfortunatamente, un'altra realtà è nascosta dietro la bellezza del Madagascar, quella della povertà assoluta.

Madagascar, un paradiso terrestre

La bellezza del Madagascar è pari solo alla sua ricchezza. un diversità climaticacosì come una varietà di paesaggi mozzafiatoQuesto è il fascino della Big Island, ma non solo. Il suo paesaggio è punteggiato alta montagna il pianure fertili seminata con risaie a terrazze, entrambe più belle di altre, molto secche foreste tropicali, coste della barriera corallina protette, isole tropicali con bellissime spiagge di sabbia bianca, ecc. A ciò si aggiunge una biodiversità unica con un tasso diendemismo alto, in particolare; 80% per la flora, oltre il 90% delle specie di lemure, 250 specie di uccelli di cui 106 endemiche, il 98% di rettili e anfibi e il 92% di pesci d'acqua dolce.

Uno dei punti di forza della Big Island è anche il suo diversità culturale, 18 tribù e quasi altrettante culture diverse. Stili di vita, stili architettonici e tradizioni hanno origini lontane nelle civiltà indonesiane, indiane, africane, arabe e molte altre.

Lo sfondo del Madagascar

Nonostante il suo paesaggi paradisiaci, i suoi siti incantevoli e la sua biodiversità unica, il Madagascar è il 5 ° paese più povero del mondo, secondo la classifica del FMI nel 2015. Il 92% della popolazione vive attualmente al di sotto della soglia di povertà, con solo due dollari pro capite. giorno pro capite.
Il Madagascar si colloca al 145 ° posto su 185 paesi dietro Haiti secondo l'indice di sviluppo umano. Le varie crisi politiche ed economiche che colpiscono il paese da molti anni colpiscono molte famiglie e i bambini non vengono lasciati indietro. La povertà estrema colpisce il 9% dei bambini sotto i 5 anni e l'8,5% dei bambini dai 5 ai 14 anni.
Pertanto, quasi l'80% della popolazione vive in aree rurali dove questa situazione si fa sentire più che nel settore urbano.
L'abbandono scolastico accompagna l'aumento della povertà. Secondo i dati del Dipartimento della Pubblica Istruzione, il numero di bambini dai 6 ai 10 anni che abbandonano la scuola è aumentato del 53% tra il 2008-2009 e l'anno scolastico 2009-2010, e il numero di bambini che lavorano è aumentato. Rapporto di causa ed effetto, si stima oggi a quasi 3000, il numero di bambini che vivono in Madagascar per strada, con o senza famiglia.

ONG e turismo di solidarietà

Ce ne sono diversi organizzazioni non governative che lavorano costantemente per migliorare la condizione in cui ci troviamo Madagascar.

Il più popolare di questi è l'associazione AKAMASOAdopo 26 anni di combattimenti, ha aiutato 500.000 malgascio. Sono state costruite 3.000 case e 25.000 persone vivono nei villaggi. Ognuno di questi villaggi comprende scuole, un dispensario e luoghi di lavoro per adulti: cava, muratura, carpenteria, agricoltura, artigianato. 12.162 bambini sono iscritti in queste scuole. E nel 2004, l'associazione è stata riconosciuta dallo Stato come pubblica utilità.

C'è anche, ilONG Zazakely (vale a dire, bambino), il cui scopo è quello di salvare il file Bambini malgasci di un tragico destino senza allontanarli dalle loro famiglie. I bambini in custodia provengono tutti da famiglie così povere che non possono più prendersi cura dei propri figli senza metterli in pericolo. Le richieste di collocamento di solito provengono direttamente da genitori, familiari stretti, dirigenti di quartiere o medici o religiosi che conoscono molto bene la famiglia. 
Certo, ce ne sono molti altri che svolgono anche un ruolo molto importante. 

Per quello, Madagascar-hotel-Online vorrei rendere omaggio al loro lavoro quotidiano sul campo.

Ci sono anche agenzie e tour operator come " doppio significato "O" Tamadi Offrire servizi di turismo di solidarietà e turismo equo per consentire ad entrambi di scoprire, il ricchezza del Madagascar, la sua fauna, la sua flora, ma anche per incontrare il Popolazione malgascia, entra nei loro quotidiani, aiutali e soprattutto aiutali. Queste esperienze incoraggiano lo scambio di emozioni, progetti e la comprensione delle culture per vedere MADAGASCAR da una prospettiva diversa. 

Chiudi il menu
efficitur. ipsum tristique velit, porta. vel, dictum libero

Stai già partendo?

Spero che tu abbia trovato quello che cercavi?

  • Se è così, fantastico!
  • Se no, mi dispiace ...

In entrambi i casi, ti sarò molto grato per il feedback, questo mi aiuterà molto a migliorare questo sito